Come Risparmiare sulla Spesa

A seguire proponiamo un elenco di piccoli suggerimenti, studiati per ridurre i costi della spesa, dovuti ad acquisti errati o superflui. Tredici piccole accorttezze, da seguire alla lettera, per ottimizzare le compere e massimizzare il risparmio di una spesa intelligente.

Risparmiare con la spesa ponderata
Pianificate prima di fare la spesa.
Preparate la lista della spesa, riservando qualche minuto anche agli ingredienti di base che potrebbero mancare in dispensa (per esempio: farina, zucchero, sale, olio, ecc.).

Mangiate prima di fare la spesa.
Quando si è affamati tutto sembra buono, e si compra molto più del necessario.

Cercate di fare la spesa da soli.
Se si è distratti dai bambini o dagli amici si tende a fare acquisti d’impulso, e non si ha tempo per confrontare i prezzi.

Indossate i paraocchi.
Al supermercato passate solo dove ci sono le cose che avete nella vostra lista, in questo modo non sarete tentati di cambiare o aggiungere altre cose.

Controllate le scadenze.
Verificate con attenzione le offerte promozionali, controllando che il prezzo sia effettivamente basso e che la scadenza non sia troppo a breve, in caso contrario accertatevi che le quantità non siano esagerate rispetto ai reali consumi.

Evitate i prodotti esposti a livello degli occhi.
Nei supermercati i prodotti più costosi sono posti a livello degli occhi. Per risparmiare provate a chinarvi o ad alzare lo sguardo.

Comprate generico.
Con i generici si risparmia anche al supermercato non solo in farmacia! I generici in questo caso sono i prodotti non di marca, per esempio quelli di primo prezzo etichettati direttamente dai supermercati. Fate degli esperimenti con questi prodotti, provate a sostituire quello di marca con il generico, in molti casi non vi accorgerete della differenza.

Confrontate i prezzi unitari.
Confrontate i prezzi a livello di unità, cioè per chilogrammo, per litro, o per metro, altrimenti dovreste essere dei geni della matematica. In alcuni casi potreste poi scoprire che la confezione più grande non è poi quella più economica.

Controllate gli scaffali dei “saldi”.
Se un supermercato ha troppe confezioni di un certo prodotto vicine alla data di scadenza, di solito le mette in offerta per farle andare rapidamente. Esaminateli comunque con cura, e se non potete mangiarli in poco tempo surgelateli.

Richiedete la tessera fedeltà del vostro supermercato.
Queste tessere danno diritto a sconti speciali, e permettono di raccogliere punti che danno diritto a dei regali o ad altri ulteriori sconti.

Andate a fare la spesa con i contanti.
Pagare con i contanti aiuta a tenere meglio sotto controllo quello che comprate, perchè con il bancomat o la carta di credito si percepisce molto meno l’entità di quello che si spende. Se siete vittime frequenti degli acquisti impulsivi, uscite con solo i soldi necessari per la spesa preventivata.

Portatevi le vostre borse.
Risparmierete il costo dei sacchetti e contribuirete anche a ridurre i rifiuti.

Acquistate prodotti a km zero.
Quando si parla di ‘prodotti a km zero’ (la cosiddetta ‘filiera corta’) si fa riferimento a prodotti (solitamente di genere alimentare), la cui vendita avviene sul posto o in un’area poco distante da quella di produzione (quindi di prodotti locali). I vantaggi derivanti dalla filiera corta sono notevoli e si evidenziano non solo nel minor costo del prodotto (privo dei cosiddetti ricarichi accessori delle spese di trasporto), ma anche per la riduzione di fattori legati all’inquinamento e al riscaldamento globale, come l’emissione di anidride carbonica (dovuta ai trasporti e all’impiego di imballaggi necessari per la distribuzione), e altresì nella possibilità di acquistare prodotti nostrani, più freschi e di stagione, che non subendo lunghi viaggi, manterranno le intrinseche proprietà organolettiche. Quindi ricordate, scegliere di acquistare prodotti a km zero, essenzialmente è una scelta più sostenibile per l’ambiente, più economica e sicuramente maggiormente mirata alla valorizzazione delle realtà produttive locali.

Molto interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *